Comunità pakistana, autopsia su Sana

"Il padre e lo zio di Sana non possono lasciare il territorio del Pakistan e la zona dove è stata sepolta la ragazza è sotto sequestro". Lo ha spiegato Raza Asif, segretario nazionale della comunità pakistana in Italia intervenuto sul caso della 25enne, Sana Cheema, cresciuta a a Brescia, cittadina italiana morta in Pakistan dopo aver rifiutato un matrimonio combinato e sulla cui fine restano ancora molti lati da chiarire. "Sarà eseguita l'autopsia" ha poi annunciato il segretario della comunità pakistana in Italia.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Brescia7Giorni
  2. EcodiBergamo
  3. EcodiBergamo
  4. EcodiBergamo
  5. EcodiBergamo

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Capriolo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...